Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/340: L'AUGUSTA MASTERS INCORONA DUSTIN JOHNSON

Insolita collocazione autunnale per l'ultimo major


AUGUSTA - Un Masters Tournament insolito, giocato a metà novembre anziché ad aprile, non primo, ultimo major. L’autunno propone tutt’altra scenografia rispetto al clima primaverile quando l’Augusta in Georgia ama fare sfoggio di un mare di fiori: distese di...continua

Attualitā
PILLOLE DI GOLF/339: FRANCESCO MOLINARI, AL RIETRO, Č 15° A HOUSTON

Carlos Ortiz regala al Messico un successo dopo 40 anni


HOUSTON (USA) - Francesco Molinari è tornato in campo per partecipare al Vivint Houston Open, torneo del PGA Tour in programma sul par 70 del Memorial Park Golf Course di Houston in Texas. Qualcuno lo definisce “la gara dei grandi ritorni”. Tra i più attesi, oltre a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/338: ALL'ASOLO GOLF IL TROFEO CA' DEL POGGIO

Evento tra sport, musica e convilitā, con star Mal dei Primitives


SAN PIETRO DI FELETTO - Una partita di Golf coronata da una gustosissima serata. Centoquattro hanno partecipato alla gara: musicisti, cantanti o semplicemente amanti della musica, al seguito di Paul Bradley Couling, in arte Mal dei Primitives. Era la tappa finale del Challenge AICMG,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il 17 luglio: questa volta da solista

THOM YORKE TORNA A VILLA MANIN

Lo show rientra nella rassegna Villa Manin Estate


Thom Yorke, compositore, polistrumentista e leader dei Radiohead, è uno degli artisti più importanti ed influenti del nuovo millennio. Il cantante, inserito nella lista dei 100 migliori cantanti di sempre secondo Rolling Stone, ritorna in Europa con Tomorrow's Modern Boxes, progetto che coinvolge anche il produttore Nigel Godrich e l’artista visivo Tarik Barri. L'unico attesissimo live nel Nordest Italia sarà mercoledì 17 luglio a Villa Manin di Passariano di Codroipo (UD), show che rientra nella rassegna Villa Manin Estate 2019.
Ospite speciale sarà Andrea Belfi, percussionista e compositore elettroacustico italiano. Dedito alla musica sperimentale fin dal 2000, ha da sempre collaborato con diversi artisti quali Carla Bozulich, Mike Watt, Hobocombo e David Grubbs. Nelle sue esibizioni, perlopiù all’insegna dell’improvvisazione libera, macchine elettroniche si uniscono alla batteria, creando un risultato straordinario, una vera e propria jam vissuta in solitaria.