Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Si sta già lavorando per riproporre l’evento anche il prossimo agosto.

"LA MIA TERRA", DOPO IL SUCCESSO IL BIS NEL 2020

Oltre 2500 spettatori sono saliti nel "Bosco degli artisti" per il concerto


FALCADE. l concerto-evento “La Mia Terra” andato in scena sabato 10 agosto nella magica cornice offerta dal “Bosco degli Artisti” a circa 2000 metri d’altezza in località Le Buse, nel cuore dell’area Falcade e Passo San Pellegrino, ha rappresentato un grande successo.
“E’ stata una giornata densa di emozioni. Questo concerto ha rappresentato un’esperienza straordinaria sotto tutti i punti di vista. Vogliamo che questo evento possa diventare un appuntamento fisso dell’estate della area Falcade e Passo San Pellegrino e stiamo già lavorando sin da ora per poterlo riproporre il prossimo anno nel mese di agosto” dice Renzo Minella responsabile marketing dell’area Falcade e Passo San Pellegrino.
“Gli eventi musicali e culturali fanno ormai parte del dna delle nostre montagne. A fare da cassa di risonanza alla musica ci hanno pensato gli alberi, in un palcoscenico a dir poco suggestivo, realizzato con tronchi di larici abbattuti a causa della tempesta. La tempesta Vaia ha portato enorme devastazione ma allo stesso tempo ci ha mostrato l’amore e l’attaccamento che c’è da parte di tutti, non solo di chi abita in queste valli, verso la montagna e la natura. Vogliamo fortemente che in futuro questa location possa ospitare di nuovo questo concerto ma anche altre nuove iniziative musicali e culturali” spiega Minella.
A testimoniare la riuscita della giornata ci sono le oltre 2500 persone che sabato sono salite nel “Bosco degli Artisti” a Falcade per assistere e partecipare a questo grande evento musicale e l’interesse mediatico che il concerto ha sollevato, con le immagini che hanno praticamente fatto il giro del mondo in televisione, sulla stampa e sul web.