Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/341: COME FUNZIONA LA QUALYFING SCHOOL?

Alla scoperta dei tornei che promuovono alle competizioni maggiori


TREVISO - Questa settimana andiamo a vedere da vicino come funziona la “Qualifying School”, la serie di tornei dell’Alps Tour che promuovono i talenti mondiali a ottenere la “carta” che permette di partecipare alle competizioni, e come sono regolate le classifiche...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/340: L'AUGUSTA MASTERS INCORONA DUSTIN JOHNSON

Insolita collocazione autunnale per l'ultimo major


AUGUSTA - Un Masters Tournament insolito, giocato a metà novembre anziché ad aprile, non primo, ultimo major. L’autunno propone tutt’altra scenografia rispetto al clima primaverile quando l’Augusta in Georgia ama fare sfoggio di un mare di fiori: distese di...continua

Attualitā
PILLOLE DI GOLF/339: FRANCESCO MOLINARI, AL RIETRO, Č 15° A HOUSTON

Carlos Ortiz regala al Messico un successo dopo 40 anni


HOUSTON (USA) - Francesco Molinari è tornato in campo per partecipare al Vivint Houston Open, torneo del PGA Tour in programma sul par 70 del Memorial Park Golf Course di Houston in Texas. Qualcuno lo definisce “la gara dei grandi ritorni”. Tra i più attesi, oltre a...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

La prima edizione del festival musicale

PAESE JAZZ FEST

Esibizioni di Michelangelo Scandroglio Group e Souls Reunion 5tet


PAESE - E’ partito ufficialmente il countdown per il primo festival musicale della città di Paese. La data da segnare in calendario è quella di sabato 14 settembre. Sarà il parco di Villa Panizza, sede della biblioteca comunale e di altre attività ricreative della zona, la location della kermesse. L’evento prenderà il via alle 17 e, da quel momento, il giardino si animerà di artisti, musicisti, artigiani, studenti, appassionati di musica, famiglie, bambini e anziani. Lo spirito vuole essere proprio questo, l’hanno spiegato bene questa mattina il direttore artistico Nicolò Ferrari Bravo di Unisono, il vice sindaco di Paese Francesco Pietrobon e l’assessore alla cultura Martina Gasparetto. Una festa della comunità, a ingresso gratuito e inclusiva. Ecco cosa vuole essere Paese Jazz Fest.
Abbiamo voluto imprimere un taglio preciso alla manifestazione – spiega Pietrobon -, anche nell’intento di caratterizzarla con precisione rispetto alle altre proposte jazz del territorio. Sarà dato ampio spazio ai giovani, perché possano trovare qui un palco per esprimersi, per approfondire le conoscenze musicali e un’occasione per divertirsi con gli amici. La volontà è quella di dare continuità all’evento negli anni, di farlo crescere e di renderlo un appuntamento atteso del mese di settembre a Paese”. I giovani, appunto. Sul palco salirà il Michelangelo Scandroglio Group vincitore del Conad Contest 2019, la sfida tra giovani musicisti organizzata ogni anno da Umbria Jazz Festival. “Un gruppo di livello altissimo – le parole del direttore artistico Nicolò Ferrari Bravo -. Il concerto di Paese sarà l’unica data nel Nord Italia di questa band. Per noi è motivo di grande orgoglio essere riusciti a collegarci all’Umbria Jazz, il più importante festival jazz italiano e il quinto per numeri nel mondo”.
Agli studenti, adulti, bambini e ragazzi, sarà dedicata la masterclass del pomeriggio. Dalle 17.30, infatti, nella sala convegni di Villa Panizza tre maestri d’eccezione, Paolo Birro, Robert Bonisolo e Luca Boscagnin terranno una lezione di musica gratuita. Serve tuttavia la prenotazione da farsi con un messaggio nella pagina Facebook del festival.
Seguirà, alle 18, l’aperitivo con dj e vinili. Alla consolle ci sarà Giovanni Santucci con il suo progetto “Love, bossa and jazz”, food truck assicureranno spuntini, cena e bibite in attesa dell’inizio dei concerti. “Vorremmo creare un’occasione di festa e di ritrovo per la comunità di Paese e dei dintorni – le parole di Ferrari Bravo -. Appositamente non abbiamo concentrato la proposta solo nei live serali perché vorremmo far vivere il parco tutto il pomeriggio con iniziative varie. Ci sarà una mostra fotografica di un giovane fotografo, 25 ritratti in bianco e nero dedicati a musicisti jazz, un book shop dedicato a pubblicazioni di settore e un banco con le riviste “Jazzit”, media partner. Non solo, avremo con noi un liutaio che porterà contrabbassi fatti da lui. Il jazz è una musica artigianale, fatta di rapporto diretto tra uomo e strumento. A noi interessa far emergere questo spirito di apertura e di festa di comunità: non è un evento per gli addetti ai lavori, che tuttavia troveranno soddisfazione perché ci sono due gruppi di livello molto alto”.
Allo Scandroglio Group seguiranno, alle 22, i Souls Reunion 5tet ovvero Robert Bonisolo al sax, Luca Boscagin alla chitarra, Paolo Birro al pianoforte, Ares Tavolazzi al contrabbasso e Valerio Abeni alla batteria.
Siamo molto entusiasti e non vediamo l’ora di vedere come la comunità accoglierà l’evento – le parole di Gasparetto -, ho grandi aspettative. L’intento è di ampliare e organizzare un festival di due o tre giorni, in futuro”.
Ingresso gratuito a tutte le proposte della giornata.
Per informazioni e prenotazioni alla masterclass scrivere su Facebook o chiamare il numero 392.8667648.
In caso di maltempo l’evento si svolgerà nella sala polivalente della parrocchia.