Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/304: IN MESSICO SI INAUGURA IL WGC 2020

All'ultimo giro Parick Reed mette in riga DeChambeau e McIlroy


NAUPALCAN (MEX) - È da questa partita, che prende il via la serie delle quattro gare World Golf Championships (WGC), il mini circuito che per importanza viene subito dopo i Major. Nato nel 1999, il WGC ha piantato bandiera in varie nazioni, trovando alfine sede a Dorai in Florida. Il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/303: ADAM SCOTT RE DEL GENESIS INVITATIONAL

Chicco Molinari ancora non si ritrova: fuori al taglio


CALIFORNIA - Parterre delle grandi occasioni per questo Genesis Invitational, il 94°, che ha sempre destato un forte interesse, Quest’anno è ancor più appassionante, per il montepremi più alto, 9.300.000 dollari, quasi 2.000.000 in più rispetto al precedente....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/302: FRATELLO E SORELLA IN GARA NELLO STESSO TORNEO

All'Isps Handa Open in Australia in contemporanea field maschile e femminile


AUSTRALIA - Siamo al terzo torneo stagionale del Ladies PGA Tour: l'Isps Handa Vic Open realizzato in collaborazione con Australian Ladies Professional Golf, in programma sui due percorsi del 13th Beach Golf Links (Beach Course, e Creek Course), in Australia. a Geelong nello Stato del Victoria. In...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I corpi senza vita individuati questa mattina dall'elicottero

PRECIPITANO SUL SASS MAOR, MORTI DUE ALPINISTI PADOVANI

Una della vittime è un infermiere, membro del soccorso alpino


TRENTO - Forse il primo di cordata ha perso un appiglio, trascinando anche il compagno. Di certo sono precipitati per alcune centinaia di metri. Due alpinisti padovani sono morti, dopo essere caduti mentre scalavano la via Scalet – Biasin, sulla parete sudest del Sass Maor, cima delle Pale di San Martino, in Trentino. I loro corpi, ormai senza vita, sono stati individuati e recuperati questa mattina dal Soccorso alpino.
Le vittime sono Michele Chinello, 51 anni, di Villafranca Padovana, e Carlo Gomiero, 30 anni, anch’egli originario di Villafranca, ma residente a Bresseo di Teolo. Erano rocciatori esperti: Chinello, in particolare, infermiere del Suem di Padova, era componente del soccorso alpino e tecnico di elisoccorso, fino alla scorso anno in servizio alla base di Verona Emergenza. E’ stato lo stesso corpo dei soccorritori di montagna a darne notizia.
L’episodio è con ogni probabilità avvenuto venerdì: le cause sono ancora da accertare, fin dalla mattina però, altre cordate avevano segnalato scariche di sassi e un escursionista aveva raccontato di aver intravisto due sagome cadere dalla parete, anche se non era certo si trattasse di uomini. I sorvoli compiuti dall’elicottero e le verifiche a terra, tuttavia, non avevano dato alcun riscontro. Intorno alle 20,30 il gestore del rifugio Velo della Madonna, dove i due padovani erano attesi per la notte, non vedendoli tornare, ha lanciato l’allarme. All’alba di oggi sono riprese le perlustrazioni e verso le 7.15 l’equipaggio dell’elisoccorso ha avvistato i due corpi, alla base di un camino di roccia. Le salme sono state raggiunte e ricomposte dal personale dell’elicottero e della Stazione Primiero del soccorso alpino. Ottenuto il nulla osta del magistrato sono state trasportate alla camera mortuaria di Transacqua.