Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/324: RENATO PARATORE TRIONFA AL BRITISH MASTERS

Successo azzurro al primo dei tornei britannici dell'Eurotour


NEWCASTLE-UPON- TYNE (GB) - L’European Tour riprende il suo circuito con il Betfred British Masters, primo della serie dei sei tornei denominati “UK Swing”, programmati in Inghilterra e in Galles. I sei tornei, tutti a porte chiuse, terranno impegnati i migliori golfisti europei,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/323: IL FRANCESE STALTER VINCE L'EURAM BANK OPEN

Ancora in Austria il secondo torneo di Eurotour e Challenge


RAMSAU (AUSTRIA) - Ecco il secondo dei tornei organizzati in sintonia da European Tour e Challenge Tour, che hanno ripreso l’attività dopo quattro mesi di sospensione per l’emergenza coronavirus. L’Euram Bank segue dopo una settimana l’Austrian Open, oggetto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/322: EUROTOUR E CHALLENGE RIPARTONO DALL'AUSTRIA

È dello scozzese Marc Warren il primo successo dopo il lockdown


VIENNA - Ripartono simultaneamente dall’Austria, European Tour e Challenge Tour, con due tornei organizzati in sintonia: l’Austrian Open, la cui prima edizione si è svolta nel 1990, ha luogo sul tracciato del Diamond Country Club di Atzenbrugg, nei pressi di Vienna, e...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

8% in più rispetto al 2015

I GIOVANI AMANO IL CINEMA

A Nordest il cinema è in ripresa


TREVISO - Un nordestino su 5 va al cinema almeno una volta al mese. Il dato non è alto, ma è sicuramente un 8% in più rispetto al 2015. Secondo i dati raccolti da Demos per l'Osservatorio sul Nordest, pare che le sale cinematografiche siano in ripresa grazie ai giovani, il 45 % tra gli under 25, il 35% tra coloro che hanno tra i 25 e i 34, e un altro 25% tra i 35 e i 45 anni. Percentuali che si abbassano con l'aumento dell'età degli utenti, che frequentano le sale cinematografiche più sporadicamente. Dal punto di vista dell'istruzione, sono le persone in possesso di un diploma o di una laurea quelle che frequentano di più le sale e meno quelle con licenza elementare o media. Ad incidere sulla frequentazione delle sale cinematografiche c'è poi il luogo in cui si vive, per cui sono più facilitati gli abitanti delle città rispetto a quelli dei paesi. Ultimo fattore, la condizione socio-professionale: il 45% dei frequentatori sono studenti, il 28% impiegati, il 26% disoccupati e lavoratori atipici. I numeri scendono per quel che riguarda le categorie come gli operai (20%), imprenditori (16%), pensionati (10%) e casalinghe(4%). I gusti sono molteplici e la ricerca di svago comprende le differenti categorie sovraelencate. Il 56% delle persone intervistate che frequentano i cinema del nordest prediligono film che spiegano e raccontano la realtà, mentre il 36% cerca film che parlino di un mondo diverso e che li faccia evadere dalla realtà. Il grande schermo è oggi una scelta su come passare il proprio tempo, una volontà precisa e non un'adesione casuale, e il dato incoraggiante è la crescente frequentazione da parte dei giovani, un esempio per i più grandi.