Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Presidente di Mom e sindaco di Castelfranco intervengono dopo l'episodio di sabato

ZERO TOLLERANZA PER I VIOLENTI SUI BUS, BULLI DENUNCIATI

Il ragazzo è stato denunciato


CASTELFRANCO. l Presidente di Mobilità di Marca congiuntamente con il Sindaco di Castelfranco stigmatizzano con fermezza quanto accaduto sabato nell’autostazione di via Podgora e confidano nell’operato delle forze dell’ordine intervenute tempestivamente.

Intorno alle 13,30, quando migliaia di studenti frequentanti gli istituti scolastici di Castelfranco sono stati condotti in autostazione dalle apposite navette per il cambio con i mezzi di linea extraurbana che dovevano portali a casa, inspiegabilmente, un giovane (risultato poi maggiorenne e residente a Castelfranco Veneto) è salito sul tetto di una corriera. Il ragazzo si è spostato da un tetto all’altro delle corriere posizionate nelle corsie per la partenza, inutile è stato ogni tentativo di farlo scendere da parte del personale MOM, autisti e addetti all’esercizio accorsi immediatamente. Numerose corse extraurbane sono rimaste bloccate, con conseguenti ritardi, fino all’arrivo dei Carabinieri di Castelfranco. Il giovane è stato condotto in caserma per l’identificazione, nei suoi confronti si è proceduti d’ufficio ai sensi dell’art. 331 del Codice Penale (interruzione e turbativa di pubblico servizio).

“Condanniamo senza mezzi termini questo atto di bullismo – afferma Stefano Marcon, sindaco di Castelfranco – che ha messo a repentaglio la sicurezza di chi lo ha compiuto ma anche di tutti gli altri utenti”.

“Dopo i recenti episodi avvenuti a Treviso – aggiunge amareggiato il Presidente MOM, Giacomo Colladon - un nuovo atto di bullismo prende di mira il servizio pubblico di trasporto. Il tempo del trasferimento casa-scuola non può diventare momento in cui dare sfogo ai peggiori istinti: scuole, famiglie e istituzioni devono compiere un'assunzione di responsabilità, per educare ma anche per sanzionare con fermezza chi compie atti di questo genere”.