Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il religioso aveva 84 anni, era vicario in alcune parrocchie del Solighese

INVESTITO DA UN'AUTO, MORTO DON DINO

E' stato travolto da un'auto mentre attraversava la strada


FARRA DI SOLIGO. E' morto alcune ore dopo il ricovero al Cà Foncello di Treviso don Dino Milanese, cappellano 84enne di Farra di Soligo. Il religioso era rimasto vittima di un incidente stradale ieri sera verso le 19 a Susegana lungo la strada che collega Pieve di Soligo a Colfosco e Susegana. Don Dino stava attraversando la strada quando è stato investito da un'auto che stava sopraggiungendo. Immediati i primi soccorsi da parte dei presenti, che hanno allertato il Suem 118 di Soligo. L’ambulanza è arrivata sul posto pochi minuti dopo tentando di rianimare l’uomo, rimasto a terra incosciente ma ancora in vita. È stato trasportato con urgenza al Ca’ Foncello di Treviso, le sue condizioni ieri sera erano ancora critiche e la prognosi riservata. E' morto dopo alcune ore. Nato nel 1935 a Cordignano e ordinato sacerdote nel 1960 a Vittorio Veneto, era attualmente vicario parrocchiale nelle comunità di Sernaglia della Battaglia, Falzè di Piave e Fontigo ed era incaricato diocesano per il collegamento con il CEIS.