Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/337: L'INGLESE MCGOWAN RE DEL 77° OPEN D'ITALIA

Migliore degli azzurri il vicentino Guido Migliozzi


POZZOLENGO - Giunge alla 77esima edizione l'Open d'Italia, massima rassegna del golf tricolore, nonché una delle più antiche dell’European Tour. Si gioca a porte chiuse allo Chervò Golf Club San Vigilio di Pozzolengo, splendido percorso che si estende attorno ad...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/336: SCOTTISH CHAMPIONSHIP NEL SEGNO DI ADRIAN OTAEGUI

Il basco travolge gli avversari con un gran giro finale


FIFE (SCOZIA) - Questo evento di Scozia è a ridosso del 77° Open d’Italia, in programma dal 22 al 25 ottobre, al Chervò Golf Club San Vigilio di Pozzolengo (BS). Molti dei giocatori che sono in gara qui, parteciperanno poi all’ Open d’Italia. Nel field troviamo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/335: FRANCESCO MOLINARI TORNA IN CAMPO IN NEVADA

Il torinese, però, esce al taglio, vince Martin Laird


LAS VEGAS (USA) - Dopo una pausa di sette mesi, Francesco Molinari torna in campo. Lo fa con lo Shriners Hospitals for Children Open, sul tracciato del TPC Summerlin, a Las Vegas in Nevada. Si era fermato il 12 marzo, quando il The Players Championship era stato bloccato per l’emergenza...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Archiviate le accuse di omicidio colposo per Paolo Manente

LA MOGLIE MORÌ SCHIANTANDOSI CONTRO IL MURO: COLPA DI UN GUASTO AL FRENO

Ex primario assolto per l'incidente costato la vita alla consorte


TREVISO - La Procura di Treviso ha archiviato l’inchiesta il cui era indagato per omicidio colposo il dottor Paolo Manente, ex primario di oncologia dell’ospedale castellano, in relazione alla morte della moglie, coinvolta in un incidente in auto ne settembre del 2018. La donna, Adriana Bertolo, 72 anni, era rimasta dentro l’auto del marito, in sosta in una discesa tra le colline di Guia, mentre il marito era sceso per dare un’occhiata ad una casa in vendita.
L’auto però, a causa della pendenza, aveva cominciato a scendere lungo la carreggiata via via sempre più veloce, per quasi due km, per poi finire addosso ad ad muro. La donna dentro l’auto aveva cercato di mantenere la vettura in strada e aveva provato a fermarsi tirando il freno a mano, ma senza risultato.
Il marito, che non si trovava nell'auto, era stato indagato per omicidio. A distanza di quasi due anni, l’uomo è stato assolto grazie ad una perizia sul freno a mano della Range Rover. Il guasto elettronico avrebbe reso inutile il freno, provocando la morte della signora. Il caso è quindi archiviato e le perizie hanno escluso qualsiasi responsabilità dell’ex primario.