Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/321: COSA È SUCCESSO A FRANCESCO MOLINARI?

Il campione azzurro dovrebbe tornare in campo ad agosto


LONDRA - È troppo tempo che non troviamo in campo Francesco Molinari. L’ultima volta è stato a marzo, quand’era andato a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, una delle più prestigiose gare del PGA Tour. Si svolgeva al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/320 - CAMPI/28: IL GOLF CLUB FRASSANELLE

Buche lunghe nel verde dei Colli Euganei


ROVOLON (PD) - Inserito in una luminosa tenuta, il Golf Frassanelle esprime la raffinatezza del nobiluomo Alberto Papafava che nel 1860 creò questo parco nel comune di Rovolon, su un’altura situata all’estremità settentrionale dei Colli Euganei. L’aristocratico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/319: SPETTACOLO CON GRANDI CAMPIONI ALL'RBC HERITAGE

Successo per Webb Simpson e il suo swing particolare


HILTON HEAD  (USA) - Spettacolo con grandi campioni, sul percorso dell’Harbour Town Golf Links, a Hilton Head nel South Carolina, per l'Rbc Heritage. Sono al via i primi sei giocatori del mondo, compreso ovviamente Jon Rahm, che la scorsa settimana è uscito al taglio, e ora...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Respinta la proposta della Camera di commercio

FONDAZIONE CASSAMARCA: "NESSUNO SCONTO SULLA TORRE PER LA CCIAA"

Ca' Spineda chiude la trattativa sul trasloco


TREVISO -Salvo ulteriori colpi di scena, la lunga trattativa per il trasloco della Camera di commercio alla cittadella Appiani finisce qui.
Fondazione Cassamarca, proprietaria della Torre C dove avrebbe dovuto insediarsi l'istituzione camerale, ha di fatto rigettato la nuova proposta dell'ente. Il Consiglio di attuazione e amministrazione, il Consiglio di indirizzo e di programmazione di Fondazione Cassamarca e il Consiglio di amministrazione della società strumentale Ca’ Spineda Srl, riunitisi proprio per esaminare la questione, hanno ribadico che l'immobile non può essere ceduto "a un prezzo inferiore ai valori di mercato".
In altre parole Ca' Spineda chiede di 30 milioni di euro, su cui era stato raggiunto un accordo nei mesi scorsi. Dopo alcuni rilievi da parte del ministero dello Sviluppo economico, però, la Camera di commercio aveva rilanciato offrendo 23 milioni più una cifra da concordare in sede di conciliazione per chiudere il contenzioso in corso.
Dopo oltre quindici anni di datribe e negoziati, dunque, la vicenda pare terminare con un nulla di fatto. Fondazione Cassamarca è pronta a rimettere sul mercato la torre, per la quale, fanno sapere da Ca' Spineda, ci sarebbero già stati degli interessamenti, e, a questo punto, proseguirà la causa per danni nei confronti della Camera di commercio per il mancato rispetto dell'impegno di acquisto.
L'ente presieduto da Mario Pozza, dal canto suo, rimarrà nella storica sede di piazza Borsa, che verrà sottoposta ad una ristrutturazione.