Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/351: DOPPIO EAGLE ALL'ULTIMO GIRO, BERGER VINCE L'AT&T PEBBLE BEACH

Il 28enne sorpassa in volata NcNealy, crolla invece Molinari


STATI UNITI - Siamo in California, a Pebble Beach, nella Contea di Monterey, piccola comunità sulla costa del pacifico. Si gioca una Pro-Am atipica, che a causa dell’emergenza sanitaria non viene giocata in compagnia delle celebrità come d’uso, è quindi una normale...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/350: DUSTIN JOHNSON CONFERMA LA SUA LEADERSHIP MONDIALE AL SAUDI INTERNATIONAL

Azzurri nelle retrovie, 33esimo il vicentino Migliozzi


ARABIA SAUDITA - Questa settimana l’Eurotour ha messo in scena il Saudi International, al Royal Greens Golf and Country Club, a King Abdullah Economic City, in Arabia Saudita; ai tee di partenza, ci sono ben sette azzurri, che hanno l’opportunità di giocare con veri big: il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/349: IL TEXANO PATRICK REED FESTEGGIA ALL'INSURANCE FARMERS OPEN

Gran rimonta di un ritrovato Molinari: da 39° a decimo


LA JOLLA (USA) - Concluso l’American Express con l’ottavo posto in classifica, Francesco Molinari si trova ora impegnato nel Farmers Insurance Open, ancora in California, non più a La Quinta ma a La Jolla - San Diego, al Torrey Pines Golf Course che sorge sul posto dove...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Respinta la proposta della Camera di commercio

FONDAZIONE CASSAMARCA: "NESSUNO SCONTO SULLA TORRE PER LA CCIAA"

Ca' Spineda chiude la trattativa sul trasloco


TREVISO -Salvo ulteriori colpi di scena, la lunga trattativa per il trasloco della Camera di commercio alla cittadella Appiani finisce qui.
Fondazione Cassamarca, proprietaria della Torre C dove avrebbe dovuto insediarsi l'istituzione camerale, ha di fatto rigettato la nuova proposta dell'ente. Il Consiglio di attuazione e amministrazione, il Consiglio di indirizzo e di programmazione di Fondazione Cassamarca e il Consiglio di amministrazione della società strumentale Ca’ Spineda Srl, riunitisi proprio per esaminare la questione, hanno ribadico che l'immobile non può essere ceduto "a un prezzo inferiore ai valori di mercato".
In altre parole Ca' Spineda chiede di 30 milioni di euro, su cui era stato raggiunto un accordo nei mesi scorsi. Dopo alcuni rilievi da parte del ministero dello Sviluppo economico, però, la Camera di commercio aveva rilanciato offrendo 23 milioni più una cifra da concordare in sede di conciliazione per chiudere il contenzioso in corso.
Dopo oltre quindici anni di datribe e negoziati, dunque, la vicenda pare terminare con un nulla di fatto. Fondazione Cassamarca è pronta a rimettere sul mercato la torre, per la quale, fanno sapere da Ca' Spineda, ci sarebbero già stati degli interessamenti, e, a questo punto, proseguirà la causa per danni nei confronti della Camera di commercio per il mancato rispetto dell'impegno di acquisto.
L'ente presieduto da Mario Pozza, dal canto suo, rimarrà nella storica sede di piazza Borsa, che verrà sottoposta ad una ristrutturazione.