Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/351: DOPPIO EAGLE ALL'ULTIMO GIRO, BERGER VINCE L'AT&T PEBBLE BEACH

Il 28enne sorpassa in volata NcNealy, crolla invece Molinari


STATI UNITI - Siamo in California, a Pebble Beach, nella Contea di Monterey, piccola comunità sulla costa del pacifico. Si gioca una Pro-Am atipica, che a causa dell’emergenza sanitaria non viene giocata in compagnia delle celebrità come d’uso, è quindi una normale...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/350: DUSTIN JOHNSON CONFERMA LA SUA LEADERSHIP MONDIALE AL SAUDI INTERNATIONAL

Azzurri nelle retrovie, 33esimo il vicentino Migliozzi


ARABIA SAUDITA - Questa settimana l’Eurotour ha messo in scena il Saudi International, al Royal Greens Golf and Country Club, a King Abdullah Economic City, in Arabia Saudita; ai tee di partenza, ci sono ben sette azzurri, che hanno l’opportunità di giocare con veri big: il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/349: IL TEXANO PATRICK REED FESTEGGIA ALL'INSURANCE FARMERS OPEN

Gran rimonta di un ritrovato Molinari: da 39° a decimo


LA JOLLA (USA) - Concluso l’American Express con l’ottavo posto in classifica, Francesco Molinari si trova ora impegnato nel Farmers Insurance Open, ancora in California, non più a La Quinta ma a La Jolla - San Diego, al Torrey Pines Golf Course che sorge sul posto dove...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Nel 2014 lasciò il Veneto per la Siria

VENEZIA, LA PROCURA CHIEDE IL PROCESSO PER SONIA KHEDIRI

Accusata di terrorismo, ora spetta al giudice decidere o meno il rinvio a giudizio


TREVISO - Sei anni fa fuggì da Onè di Fonte, in provincia di Treviso, e raggiunse la Siria, per arruolarsi nell’Isis assieme al marito. Sonia Khediri è accusata di terrorismo e ora spetterà al giudice decidere se gli elementi raccolti saranno sufficienti per rinviarla a giudizio.
La ragazza ha oggi 24 anni, e i fatti risalgono a quando lei, appena maggiorenne, andò a Instanbul per vivere una presunta storia d’amore, e si spostò poi in Siria dove avrebbe dovuto prender parte all’esercito dei “Foreign Fighters”.
Lei però dichiarò che era andata in Siria perché suo marito voleva arruolarsi con l’Isis, e nega di aver avuto un ruolo operativo al fianco dei terroristi.
Quando si è resa conto che l’Isis non combatte per un modo più giusto e secondo le leggi del Corano era troppo tardi. Il marito fu ucciso in combattimento, lei è rimasta sola con due bambini. E tornare in Italia era impossibile.
Nel giugno del 2018 Sonia si trovava reclusa a Hin Hissa, campo profughi ad un centinaio di chilometri da Raqqa, in Siria. La procura di Venezia all’epoca chiese mandato di cattura internazionale ma i giudici lo negarono in quanto Sonia Khediri non aveva un ruolo di rilievo tra i terroristi.
Con la richiesta di rinvio a giudizio, i magistrati ritengono di avere elementi sufficienti per ottenere per la ragazza una condanna per terrorismo.