Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/307: IL CORONAVIRUS FERMA ANCHE IL PLAYERS CHAMPIONSHIP

Il prestigioso torneo annullato dopo il primo giro


FLORIDA (USA) - Facciamo un commento all’evento, pur sapendo che la competizione non arriverà all’ultimo giro. Vince infatti il Coronavirus, alla conclusione della prima giornata.Il Players Championship è il torneo di maggiore importanza del PGA Tour. Si gioca al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/306: AL QATAR MASTERS, SUCCESSO DI JORGE CAMPILLO

L'iberico vince il testa a testa con lo scozzese Drysdale


QATAR - Sarebbe stato mio desiderio seguire le imprese di Francesco Molinari, intento a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, la prestigiosa gara dedicata al grande architetto campione di golf. All’azzurro è però capitato un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Carcere di Padova, detenuti in protesta

RIVOLTA AL DUE PALAZZI

Tensioni in carcere per le norme sul Coronavirus che vietano le visite dei parenti


PADOVA - Le proteste dei detenuti delle carceri si sono verificate anche al carcere Due Palazzi di Padova. Proteste e rivolte nate in seguito alle restrizioni su visite e colloqui introdotte dal Dpcm sul Coronavirus.
Al carcere di Padova sono state gettate all'aria le brandine delle celle e date alle fiamme le lenzuola. Inoltre sono stati danneggiati alcuni tavoli e le telecamere di sicurezza sono state distrutte.
La rivolta è nata al quarto piano del Due Palazzi, dove si trovano detenuti comuni, molti dei quali stranieri, non occupati nelle attività del carcere.
Gli autori protestavano contro le misure di prevenzione del Governo che ha azzerato le visite dei familiari. Una situazione di per sé complicata in un luogo non semplice, che il Dpcm ha portato all’esasperazione dei detenuti, probabilmente preoccupati per quello che succede anche al di fuori.
I detenuti del Due Palazzi chiedono più tutele per la loro salute e contestano le misure restrittive dettate dal nuovo decreto sul coronavirus. Non possono incontrare personalmente i propri legali né i familiari. Inoltre lamentano l’isolamento dei reclusi asintomatici.
Certi agenti sono rimasti feriti nel tentativo di riportare la calma, e alcuni erano intossicati dal fumo. La protesta è poi rientrata concludendosi a tarda sera con una trattativa con il direttore del carcere.