Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/343: IL DUBAI CHAMPIONSHIP AL PARIGINO ANTOIONE ROZIER

Eccellente secondo posto per Francesco Laporta


DUBAI - Questa settimana l’European Tour era impegnato in due appuntamenti: uno in Sudafrica, il South African Open, terzo evento che si celebra lì quest’anno, l’altro Il Dubai Championship, negli Emirati Arabi. Noi seguiamo questo di Dubai, penultimo appuntamento della...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/342: BEZUIDENHOUT RIMONTE NEL FINALE E VINCE IL DUNHILL CHAMPIONSHIP

Niente da fare per gli italiani Gagli e Pavan


SUN CITY (SUDAFRCIA) - È ancora in Sudafrica l’European Tour, per il secondo dei tre tornei consecutivi, dove si disputa l’Alfred Dunhill Championship. La scorsa settimana è stato anticipato dallo Joburg Open a cui partecipavano gli azzurri Scalise e Pavan, la vittoria...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'episodio a fine febbraio a Treviso

GLI RUBA LA BICI E POI LO AGGREDISCE A MORSI

Nigeriano 36enne denunciato della Squadra Mobile


TREVISO - Prima gli ha rubato la bicicletta, poi l'ha aggredito a morsi. Un nigeriano di 36 anni è stato denunciato dalla Squadra Mobile di Treviso per rapina in concorso e lesioni personali.
L'episodio risale al 20 febbraio scorso a Treviso: l'africano, insieme ad altri stranieri, ora in corso di identificazione da parte degli investigatori della Polizia, ha partecipato al furto della bici ai danni di un cittadino italiano. La gang aveva minacciato la vittima con una catena, per poi fuggire con la due ruote.
Il giorno successivo il derubato aveva riconosciuto il nigeriano, in una sala scommesse nei pressi del luogo della rapina, di cui l'immigrato è frequentato abituale. Ne è nata una discussione e il 36enne, vistosi alle strette, urlando come un forsennato si è scagliato contro l'interlocutore, addentandogli un labbro fino quasi a staccarglielo.
Scappando, però, il nigeriano ha perso il suo telefono cellulare. I poliziotti, intervenuti sul posto subito dopo i fatti, l'hanno recuperato e, tramite questo, sono risaliti all'aggressore. Per lui è scattata la denuncia alla Procura della Repubblica.