Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/325: NUOVI TALENTI AZZURRI IN LUCE AL CAMPIONATO NAZIONALE OPEN

Brindano il pro Giulio Castagnara e la dilettante Caterina Don


SUTRI (VT) - Nell’ambito del Progetto Ryder Cup, l’Italian Pro Tour mette in azione i protagonisti del golf, in un circuito di gare che coinvolge tutta la nazione da nord a sud.La più longeva gara italiana, a cui negli ultimi due giorni si attacca la relativa sezione femminile,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/324: RENATO PARATORE TRIONFA AL BRITISH MASTERS

Successo azzurro al primo dei tornei britannici dell'Eurotour


NEWCASTLE-UPON- TYNE (GB) - L’European Tour riprende il suo circuito con il Betfred British Masters, primo della serie dei sei tornei denominati “UK Swing”, programmati in Inghilterra e in Galles. I sei tornei, tutti a porte chiuse, terranno impegnati i migliori golfisti europei,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/323: IL FRANCESE STALTER VINCE L'EURAM BANK OPEN

Ancora in Austria il secondo torneo di Eurotour e Challenge


RAMSAU (AUSTRIA) - Ecco il secondo dei tornei organizzati in sintonia da European Tour e Challenge Tour, che hanno ripreso l’attività dopo quattro mesi di sospensione per l’emergenza coronavirus. L’Euram Bank segue dopo una settimana l’Austrian Open, oggetto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Si fa strada ipotesi di un gesto volontario

CADONO DALLA MOTONAVE, DUE SORELLE ANNEGANO IN LAGUNA DI VENEZIA

I corpi ritrovati senza vita nelle notte di martedì


VENEZIA - Cadute in acqua, probabilmente gettatesi di proposito. Due sorelle sono morte annegate, nella notte tra lunedì e martedì, nella laguna di Venezia. Le due donne, una di 39 e l'altra di 43 anni, di origini magrebine, erano salite sulla motonave "Guardi" dell'Actv, partita da Punta Sabbioni poco dopo la mezzanotte e diretta a San Zaccaria. Il comandante le ha notate, essendo le uniche passeggere, ma alla fermata  del Lido si è accorto che le due non erano più sul battello. Vicino a dove erano sedute, le scarpe e una bevanda consumata in parte.
Lanciato l'allarme, la motonave ha immediatamente invertito la rotta, mentre sono scattate le ricerche, con le imbarcazioni dalla Guardia costiera, dei Vigili del Fuoco e dei Carabinieri. Dopo circa due ore, i corpi delle due donne sono sorelle sono stati individuati, senza vita, dai Vigili del Fuoco sull’isola artificiale nei pressi della bocca di porto di Lido sulla sponda verso Treporti, vicino alle paratie del Mose.
La 39enne è stata identificata, grazie ai documenti che aveva con sè ed era in Italia grazie allo status di rifugiata. Ora gli inquirenti stanno ricostruendo la dinamica dell'accaduto. Si fa strada l'ipotesi del suicidio: le due erano occupate nel turismo e, a causa delle chiusure per l'emergenza coronavirus erano rimaste senza lavoro.