Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/337: L'INGLESE MCGOWAN RE DEL 77° OPEN D'ITALIA

Migliore degli azzurri il vicentino Guido Migliozzi


POZZOLENGO - Giunge alla 77esima edizione l'Open d'Italia, massima rassegna del golf tricolore, nonché una delle più antiche dell’European Tour. Si gioca a porte chiuse allo Chervò Golf Club San Vigilio di Pozzolengo, splendido percorso che si estende attorno ad...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/336: SCOTTISH CHAMPIONSHIP NEL SEGNO DI ADRIAN OTAEGUI

Il basco travolge gli avversari con un gran giro finale


FIFE (SCOZIA) - Questo evento di Scozia è a ridosso del 77° Open d’Italia, in programma dal 22 al 25 ottobre, al Chervò Golf Club San Vigilio di Pozzolengo (BS). Molti dei giocatori che sono in gara qui, parteciperanno poi all’ Open d’Italia. Nel field troviamo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/335: FRANCESCO MOLINARI TORNA IN CAMPO IN NEVADA

Il torinese, però, esce al taglio, vince Martin Laird


LAS VEGAS (USA) - Dopo una pausa di sette mesi, Francesco Molinari torna in campo. Lo fa con lo Shriners Hospitals for Children Open, sul tracciato del TPC Summerlin, a Las Vegas in Nevada. Si era fermato il 12 marzo, quando il The Players Championship era stato bloccato per l’emergenza...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Covid-19, assembramenti privati illeciti

LA FESTA DEI 18 ANNI CON GLI AMICI, E SUI SOCIAL

Le foto del party finiscono su Instagram e fanno partire le indagini


CASTELFRANCO VENETO - Una festa di compleanno tra amici, le cui foto sono state postate sui social, potrebbe mettere nei guai la festeggiata, neo diciottenne, i suoi genitori, oltre che gli amici invitati e presenti al party. Nonostante i divieti questa ragazza ha festeggiato i 18 anni in una villa a Castelfranco Veneto, senza mascherina, né guanti. Nessuna distanza di sicurezza è stata rispettata. Solo i genitori della festeggiata che servivano da mangiare ai ragazzi, indossavano le mascherine. La festa sarebbe potuta rimanere privata se le fotografie non fossero state postate su instagram, e quindi di dominio pubblico. La segnalazione è arrivata subito alle forze dell’ordine da qualcuno che vedendo quelle immagini, ha è rimasto colpito dalla facilità con cui sono state violate le norme. Facilità e superficialità di ragazzi che poi sono tornati a casa dai propri genitori, mettendo a repentaglio la loro salute. Su tale evento sono in corso le indagini e gli accertamenti delle autorità competenti. Questa è una dimostrazione di poca responsabilità di alcuni giovani che hanno raggiunto la maggiore età ma evidentemente sono ancora immaturi, e anche dei genitori che hanno permesso l'assembramento senza distanze di sicurezza né mascherine.
E anche se i 18 anni si compiono una volta sola, comportamenti del genere non sono tollerabili, per rispetto di chi le regole le segue, di chi non vede i propri cari da mesi, di chi sta male, e soprattutto di chi è morto per Coronavirus.