Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/325: NUOVI TALENTI AZZURRI IN LUCE AL CAMPIONATO NAZIONALE OPEN

Brindano il pro Giulio Castagnara e la dilettante Caterina Don


SUTRI (VT) - Nell’ambito del Progetto Ryder Cup, l’Italian Pro Tour mette in azione i protagonisti del golf, in un circuito di gare che coinvolge tutta la nazione da nord a sud.La più longeva gara italiana, a cui negli ultimi due giorni si attacca la relativa sezione femminile,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/324: RENATO PARATORE TRIONFA AL BRITISH MASTERS

Successo azzurro al primo dei tornei britannici dell'Eurotour


NEWCASTLE-UPON- TYNE (GB) - L’European Tour riprende il suo circuito con il Betfred British Masters, primo della serie dei sei tornei denominati “UK Swing”, programmati in Inghilterra e in Galles. I sei tornei, tutti a porte chiuse, terranno impegnati i migliori golfisti europei,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/323: IL FRANCESE STALTER VINCE L'EURAM BANK OPEN

Ancora in Austria il secondo torneo di Eurotour e Challenge


RAMSAU (AUSTRIA) - Ecco il secondo dei tornei organizzati in sintonia da European Tour e Challenge Tour, che hanno ripreso l’attività dopo quattro mesi di sospensione per l’emergenza coronavirus. L’Euram Bank segue dopo una settimana l’Austrian Open, oggetto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Covid-19, assembramenti privati illeciti

LA FESTA DEI 18 ANNI CON GLI AMICI, E SUI SOCIAL

Le foto del party finiscono su Instagram e fanno partire le indagini


CASTELFRANCO VENETO - Una festa di compleanno tra amici, le cui foto sono state postate sui social, potrebbe mettere nei guai la festeggiata, neo diciottenne, i suoi genitori, oltre che gli amici invitati e presenti al party. Nonostante i divieti questa ragazza ha festeggiato i 18 anni in una villa a Castelfranco Veneto, senza mascherina, né guanti. Nessuna distanza di sicurezza è stata rispettata. Solo i genitori della festeggiata che servivano da mangiare ai ragazzi, indossavano le mascherine. La festa sarebbe potuta rimanere privata se le fotografie non fossero state postate su instagram, e quindi di dominio pubblico. La segnalazione è arrivata subito alle forze dell’ordine da qualcuno che vedendo quelle immagini, ha è rimasto colpito dalla facilità con cui sono state violate le norme. Facilità e superficialità di ragazzi che poi sono tornati a casa dai propri genitori, mettendo a repentaglio la loro salute. Su tale evento sono in corso le indagini e gli accertamenti delle autorità competenti. Questa è una dimostrazione di poca responsabilità di alcuni giovani che hanno raggiunto la maggiore età ma evidentemente sono ancora immaturi, e anche dei genitori che hanno permesso l'assembramento senza distanze di sicurezza né mascherine.
E anche se i 18 anni si compiono una volta sola, comportamenti del genere non sono tollerabili, per rispetto di chi le regole le segue, di chi non vede i propri cari da mesi, di chi sta male, e soprattutto di chi è morto per Coronavirus.