Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/343: IL DUBAI CHAMPIONSHIP AL PARIGINO ANTOIONE ROZIER

Eccellente secondo posto per Francesco Laporta


DUBAI - Questa settimana l’European Tour era impegnato in due appuntamenti: uno in Sudafrica, il South African Open, terzo evento che si celebra lì quest’anno, l’altro Il Dubai Championship, negli Emirati Arabi. Noi seguiamo questo di Dubai, penultimo appuntamento della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Scoperti, i ladri avevano restituito un indennizzo

DERUBATA DELLA FRUTTA, DONA IL RISARCIMENTO IN BENEFICENZA

"Il frutteto di Pal¨" devolve all'Ulss la somma recuperata


GODEGA SANT'URBANO - Anche da un episodio negativo come un furto, può nascere un gesto di solidarietà. L’azienda agricola “Il frutteto del Palù”, che nelle campagne di Godega Sant’Urbano coltiva prodotti ortofrutticoli e realizza ottimi succhi di mela e kiwi, ha deciso di devolvere in beneficenza il rimborso ricevuto per la frutta sottratta illegalmente dai suoi terreni.
Due anni fa, infatti, dalle coltivazioni dell’azienda cominciarono ad avvenire furti da parte di sconosciuti. All’inizio era solo un sospetto, poi la certezza con avvistamenti anche da parte dei vicini. “A quel punto siamo stati costretti a dotarci di un sistema videosorveglianza per non trasformare i nostri campi in un pericoloso self service”, spiega il titolare Marco de Zotti, che è anche responsabile del movimento GiovanImpresa di Coldiretti Treviso. Da lì a poco le forze dell’ordine hanno individuato le persone che rubavano frutta e verdura. I proprietari della ditta non hanno voluto sporgere denuncia, ma hanno chiesto agli autori dei furti un piccolo risarcimento. La somma così ottenuta, però, ora hanno deciso di non tenerla per sé. “Abbiamo scelto di raddoppiare e di devolverla agli ospedali trevigiani e all’associazione Per mio Figlio onlus che ha organizzato una raccolta fondi per sostenere le iniziative della nostra Ulss 2 nell’emergenza Coronavirus”, spiega l’imprenditore.
Una piccola donazione speciale, carica di umanità e senso di responsabilità: “Devo dire che in questa emergenza la campagna trevigiana ha dimostrato un grande senso solidale anche con moltissime iniziative non rese pubbliche non dichiarati. Grazie a tutti gli agricoltori per ciò che hanno fatto e che continueranno a fare”, rimarca Giorgio Polegato, presidente di Coldiretti Treviso.