Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/346 - CAMPI/30: IL GOLF CLUB ACAYA

Nel cuore del Salento un percorso ricco di fascino e sorprese


VERNOLE (LE) - Siamo nel Salento, nel Leccese, una bella, generosa terra. Una lunghissima teoria di ulivi fa guida per arrivare all’elegante resort “Double Tree by Hilton Acaya”, inserito nel verde della macchia mediterranea, 100 ettari di pregiata vegetazione spontanea....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I due malviventi, pregiudicati, arrestati dalla Polizia

GLI PUNTANO LA PISTOLA IN FACCIA E GLI PORTANO VIA IL PORTAFOGLIO

Nigeriano rapinato all'alba in via Castellana


TREVISO - Hanno puntato una pistola in faccia ad un malcapitato e l'hanno rapinato del portafoglio e di alcuni altri oggetti che avavena con sé, per poi fuggire. Poco dopo, però, la Polizia ha arrestato in flagranza i due malviventi, residenti in provincia di Treviso e pregiudicati.
L'episodio è avvenuto intorno alle 5 di mattina lungo via Castellana: i due a bordo di una Fiat Punto di colore nero hanno affiancato un nigeriano: sotto la minaccia dell'arma si sono fatti consegnare il denaro e tutti gli altri oggetti. Dopodichè si sono dati alla fuga in direzione della città. La vittima è comunque riuscita ad annotare il numero di targa dell'auto e a fornire agli investigatori una descrizione completa ed esaustiva dei due giovani, tanto delle loro caratteristiche fisiche quanto del loro abbigliamento. Grazie anche a questi elementi, i poliziotti sono riusciti con una rapida ed efficace indagine ad identificare uno dei due rapinatori, sottoposto a perquisizione. Successivi approfondimenti hanno consentito di risalire all’identità del complice. Nell'abitazione di costui gli agenti delle Volanti e della Squadra Mobile hanno trovato l’arma utilizzata per la rapina, una replica in metallo priva del tappo rosso.
Per i due criminali, rispettivamente di 27 e 23 anni, sono scattate le manette per rapina aggravata e, al termine degli accertamenti di rito, sono stati messi agli arresti domiciliari in attesa del processo.