Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/340: L'AUGUSTA MASTERS INCORONA DUSTIN JOHNSON

Insolita collocazione autunnale per l'ultimo major


AUGUSTA - Un Masters Tournament insolito, giocato a metà novembre anziché ad aprile, non primo, ultimo major. L’autunno propone tutt’altra scenografia rispetto al clima primaverile quando l’Augusta in Georgia ama fare sfoggio di un mare di fiori: distese di...continua

Attualità
PILLOLE DI GOLF/339: FRANCESCO MOLINARI, AL RIETRO, È 15° A HOUSTON

Carlos Ortiz regala al Messico un successo dopo 40 anni


HOUSTON (USA) - Francesco Molinari è tornato in campo per partecipare al Vivint Houston Open, torneo del PGA Tour in programma sul par 70 del Memorial Park Golf Course di Houston in Texas. Qualcuno lo definisce “la gara dei grandi ritorni”. Tra i più attesi, oltre a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/338: ALL'ASOLO GOLF IL TROFEO CA' DEL POGGIO

Evento tra sport, musica e convilità, con star Mal dei Primitives


SAN PIETRO DI FELETTO - Una partita di Golf coronata da una gustosissima serata. Centoquattro hanno partecipato alla gara: musicisti, cantanti o semplicemente amanti della musica, al seguito di Paul Bradley Couling, in arte Mal dei Primitives. Era la tappa finale del Challenge AICMG,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Clamoroso epilogo del match: gallesi in 14 rimontano e vincono

IL BENETTON NON SA PIÙ VINCERE: GLI OSPREYS LO BEFFANO NEL FINALE

Inutile la tripletta di Faiva, a casa si porta solo un punto


SWANSEA - Beffato il Benetton in Galles: sembrava vittoria ma nel finale gli Ospreys con un uomo in meno sorpassano e vincono. Per il settimo round del Guinness PRO14 2020/2021 i Leoni fanno visita agli Ospreys al St Helen’s Rugby and Cricket Ground di Swansea nella gara domenicale. Dopo un avvio stagionale che ha visto i biancoverdi uscire sconfitti dalle gare contro Ulster, Leinster, Scarlets e Cardiff, la truppa di Kieran Crowley vuole provare a portare a casa il primo risultato utile contro i gallesi per smuovere il numero zero dalla casella delle vittorie e risalire la china nella Conference B. Gli Ospreys invece prima della gara occupavano la terza piazza nella Conference A. Nel primo tempo i biancoverdi sono subito in inferiorità numerica per un’ammonizione rifilata dall’arbitro Andrew Brace a Jayden Hayward, reo di un in avanti volontario che ha impedito a George North e Kieran Williams di creare un’azione pericolosa nei 22 degli ospiti. Al 2′ arriva comunque la meta degli Ospreys con Ifan Phillips a seguito di un driving maul. Myler calcia per il 7-0 dei padroni di casa. Con un uomo in meno i Leoni vogliono subito reagire. Arrivano ben due turnover conquistati per il Benetton Rugby che decide di andare in touche dentro i 5 metri dei gallesi. Susseguono dalla touche una serie di mini-unit conclusi alla perfezione da Hame Faiva al 12′ che schiaccia l’ovale in meta. Keatley trasforma. Hayward rientra dalla panca puniti ed in parità numerica, gli uomini di Booth risalgono il campo e tornano nei 22 di Duvenage e compagni, ma la truppa di Crowley resiste fortemente agli attacchi del drive gallese ed un turnover prodigioso di Lamaro fa respirare i suoi. Sgarbi entra per Barbini infortunato. La gara prosegue ad intermittenza finché al 31′ un bellissimo cross-kick di Hayward riporta gli Ospreys dentro i loro 22 metri. Sempre da una scorribanda dell’estremo biancoverde i Leoni trovano un pertugio tra le linee difensive dei gallesi e solo un errore di handling impedisce ai trevigiani di andare a schiacciare la seconda meta. Braley deve subentrare per Duvenage che ha un problema fisico, dopodiché ribaltamento di fronte e al 40′ Lydiate e soci decidono di andare ai pali per un intervento irregolare in ruck da parte dei Leoni. Myler è affidabile all’intervallo il risultato è 10-7 per gli Ospreys. Nella ripresa i Leoni desiderano subito rimettere la testa avanti. Un intercetto di Herbst costringe i gallesi nella loro aria difensiva, poi i trevigiani guadagnano una rimessa laterale dentro i 5 metri degli Ospreys. Dalla maul dirompente il Benetton Rugby costringe Griffiths a farsi ammonire per non far mandare gli ospiti a segno. Altra touche per i Leoni e dal carrettino avanzante è ancora Hame Faiva a siglare la seconda marcatura personale di giornata. Keatley non è preciso dalla piazzola. Altro gran calcio di Hayward che riporta i gallesi nei loro 22 metri, inoltre Protheroe non riesce a districarsi da una situazione difficile e Herbst conquista un turnover preziosissimo. Stavolta il mediano di mischia del Benetton Rugby va per il piazzato e ingrassa il vantaggio dei suoi compagni, sopra 15-10. Si torna in parità numerica e un altro gran lavoro di Faiva nel breakdown fa conquistare ai suoi una punizione ossigenante. Altro cambio per Crowley che inserisce Gallo per Traoré, colpito duro da Evans in ruck, una pulizia irregolare per Brace che espelle proprio Evans. I biancoverdi sentono che bisogna ampliare il vantaggio e al 58′ Tavuyara si inventa un break con un calcetto meraviglioso, a pochi metri dalla meta prima il supporto di Riera è determinante e sarà ancora Hame Faiva a vidimare la terza meta per la sua tripletta. Keatley non sbaglia e il Benetton Rugby comanda 22-10. C’è spazio anche per Alongi e Baravalle in prima linea. Il XV di Booth non molla e il neontrato Venter al 71′ appoggia l’ovale per la seconda meta dei suoi e la conversione di Meyler vale il 22-17. Al 77′ Brace ammonisce Alongi, nasce una maul degli Ospreys che vanno in meta con Lake e Myler riporta i suoi con la testa avanti, per il 24-22 finale.

OSPREYS-BENETTON 24-22

OSPREYS 15 Matt Protheroe, 14 George North, 13 Tiaan Thomas-Wheeler, 12 Kieran Williams, 11 Luke Morgan, 10 Stephen Myler, 9 Reuben Morgan-Williams (59′ Shaun Venter), 8 Gareth Evans, 7 Dan Lydiate (C) (55′ Olly Cracknell), 6 Will Griffiths, 5 Bradley Davies (68′ Lloyd Ashley), 4 Adam Beard, 3 Tom Botha (51′ Ma’afu Fia), 2 Ifan Phillips (51′ Dewi Lake), 1 Gareth Thomas (51′ Rhodri Jones). A disposizione: 21 Sam Cross, 23 Josh Thomas. Head Coach: Toby Booth.
BENETTON: 15 Jayden Hayward, 14 Ratuva Tavuyara, 13 Joaquin Riera, 12 Tommaso Benvenuti, 11 Monty Ioane, 10 Ian Keatley, 9 Dewaldt Duvenage (c) (37′ Callum Braley), 8 Marco Barbini (20′ Alberto Sgarbi), 7 Michele Lamaro, 6 Giovanni Pettinelli (71′ Riccardo Favretto), 5 Federico Ruzza, 4 Irné Herbst, 3 Tiziano Pasquali (64′ Filippo Alongi), 2 Hame Faiva (64′ Tomas Baravalle), 1 Cherif Traoré (53′ Thomas Gallo). A disposizione: 22 Luca Petrozzi, 23 Leonardo Sarto. All. Crowley.
ARBITRO: Brace (Irlanda)
MARCATORI: 3′ meta Phillips tr. Myler, 12′ meta Faiva tr. Keatley, 40′ p. Myler; 44′ meta Faiva, 49′ p. Keatley, 58′ meta Faiva tr. Keatley, 71′ meta Venter tr. Meyler, 77′ meta Lake tr. Myler.
NOTE: 2′ cartellino giallo a Hayward; 42′ cartellino giallo a Griffiths, 53′ cartellino rosso a Evans, 77′ cartellino giallo ad Alongi. Trasformazioni: Ospreys Rugby 3/3 (Myler 3/3); Benetton Rugby 2/3 (Keatley 2/3). Punizioni: Ospreys Rugby 1/1 (Myler 1/1); Benetton Rugby: 1/1 (Keatley 1/1).