Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/182: ANCORA DOMINIO USA ALLA SOLHEIM CUP 2017

In Iowa la più importante gara del tour femminile


TREVISO - Solheim Cup 2017: siamo al corrispondente femminile della Ryder Cup, la gara più importante per “l’altra metà del cielo”, che contrappone le più forti atlete europee a quelle americane. Si gioca ogni due anni, alternativamente in Europa e negli Stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il 46enne attirato in campagna e picchiato anche con un sasso

VITO LOMBARDI UCCISO A COLPI DI MATTARELLO

La nuova compagna e il marito confessano l'omicidio


TREVISO - Amedeo Bonan e Vania Lazzarato hanno confessato: sono stati loro ad uccidere Vito Lombardi, colpendolo ripetutamente con un mattarello e con una pietra. Dunque meno 24 ore il ritrovamento del corpo del 46enne, in Amedeo Bonan scortato in carcereaperta campagna a Fontane di Villorba, il caso pare essere risolto.
I sospetti sono presto caduti sulla coppia: la donna, 42 anni, viveva insieme alla vittima, in un appartamento di Borgo Capriolo, a Santa Bona, insieme a due delle tre figlie avute dal matrimonio con Bonan, 53 anni. Quest'ultimo, benchè la relazione fosse ormai terminata, era rimasto in buoni rapporti con la compagna ed è stato spesso visto ospitato nell'abitazione.
I due portati, portati al comando dei Carabinieri, sono stati interrogati per tutta la notte e per varie ore nella mattinata odierna. Bonan avrebbe ammesso ampiamente le proprie responsabilità, mentre la Lazzarato continuerebbe con alcune reticenze. Secondo quanto hanno ricostruito gli investigatori dell'Arma, Anche Vania Lazzarotto lascia il comando di via Cornarottacoordinati dal comandante provinciale Ruggiero Capodivento, martedì pomeriggio, Bonan e Lazzarato hanno convinto Lombardi a seguirli in bicicletta (non possiedono auto), forse con la scusa di un definitivo chiarimento, e l'hanno condotto in un campo nei pressi di via Pola, in una zona isolata in comune di Villorba, che conoscevano per esservi già stati in passato. Lì, sarebbe stato materialmente Bonan a sferrare vari colpi a Lombardi, impugnando un mattarello di legno, che la moglie aveva portato con sè da casa, e con un grosso sasso, fino a fracassargli il cranio. Poi hanno abbandonato l'uomo in una canaletta di irrigazione lì vicino, gettando nei pressi anche gli oggetti con cui l'avevano percosso.  Sarà l'autopsia, in programma martedì prossimo, a stabilire se il 46enne fosse ancora agonizzante o già morto. Così come dovrà essere accertato con precisione il movente del gesto: gli inquirenti escludono Caso chiuso in 24 ore dal collonnello Capodivento e dai suoi collaboratorimotivazioni passionali, più probabili ragioni legate ai soldi e all'utilizzo dell'abitazione (di proprietà dell'Ater e assegnata a Lombardi). Del resto, da quanto appurato anche tramite varie testimonianze, i litigi tra i tre erano frequenti, tanto che più volte erano dovuto intervenire le pattugle delle forze dell'ordine, l'ultima la scorsa settimana.  Al momento, non ci sono indizi di un coinvolgimento di altre persone. A Bonan e Lazzarato è contestata l'accusa di omicidio volontario: il pm di turno, Valeria Sanzari, ha firmato i decreti di fermo giudiziario e, nel primo pomeriggio, i due sono stati trasferiti in carcere, lui a Santa Bona, lei alla Giudecca a Venezia.


Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
19/06/2015 - Cadavere in un fosso, si indaga per omicidio