Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

La nostra rubrica dedicata al mondo golfistico curata da Paolo Pilla

PILLOLE DI GOLF/97: LA CONCLUSIONE AIGG DIAVOLINA 2015

Successi finali per Bucarelli, Piccaia e Bartolini nel lordo


TREVISO - Ambientate in modo eccellente la nona e decima tappa del Challenge AIGG DIAVOLINA 2015: al Golf Torino “La Mandria” e al Royal Park. Era la conclusione del cammino intrapreso nel mese di marzo al Marco Simone. Nelle due giornate di ottimo clima, i due Campi hanno dato dimostrazione del loro pregio. Ritengo difficile esprimere il giudizio sul migliore dei due. Son due strutture diverse, molto superiori alla media, e con la caratteristica di essere contigue. Per offrire il pensiero di Fulvio Golob e di Marco Dal Fior, <<sono una realtà unica e invidiabile in Europa. Due Campi adiacenti, disponibili nella medesima località a Fiano Torinese, settantadue bellissime buche, che non temono confronti con il resto del mondo>>.
Il Torino “La Mandria” nasce con le prime diciotto nel 1956 dal progetto di John Morrison, l’architetto inglese che nell’intento di dare unicità al Campo da Golf, non lo correda di strade e costruzioni, vuole solo natura incontaminata. Questa scelta rimane anche nella progettazione delle successive 18, nate dalla collaborazione dello studio Harris con gli architetti Marco Croze e Graham Cooke. La scelta permette al frequentatore di gustare completamente la natura. Entrambi i percorsi sono Par 72, tra i più lunghi d’Italia.
Le prime 18 buche del Royal Park nascono nel 1971 per opera dell’architetto Robert Trent Jones Senior su cui insiste un luogo comune: “Il sole non tramonta mai sui percorsi di Trent Jones”. Le altre 18, il percorso Pramerica, è progetto recente di Michael Hurdzan l’architetto di campi da golf famoso a livello mondiale. Entrambi i percorsi sono caratterizzati da un paesaggio, dove la natura si esprime in modo artistico, con bunker particolari, e numerosi ostacoli d’acqua azzurra. E’ sul Pramerica che abbiamo giocato, e abbiamo apprezzato la scelta della difesa dell’ambiente, cui Hurdzan rivolge estrema attenzione. In entrambe le giornate si è visto bel gioco.
A “La Mandria” per la prima categoria c’è stato il trionfo di Marco Dal Fior, Prisca Taruffi, Roberto Roversi, Dario Bartolini; in seconda di Maurizio Bucarelli, Giorgio Piccaia, e Matteo Dore; il 1° senior se lo è guadagnato Nicola Bonafini, e il 1° amici Carla Necchio. Cucchiaio di legno per Ivan Lantos. Un episodio curioso durante la gara: Vittime tre squadre, tra cui quella del sottoscritto, hanno subito due colpi di penalità per un’involontaria irregolarità. Ultimata la buca sette, con le indicazioni per il next tee forse poco visibili, ci siamo presentati alla dodici, abbastanza vicina, pensando che fosse la otto, e tranquilli l’abbiamo giocata. Lì ci siamo accorti dell’errore, e siamo tornati indietro in cerca di questa benedetta otto. Questo ci ha evitato la squalifica, ma non i due colpi di penalità, che per alcuni ha avuto significato di non raggiungere il punteggio utile per andare a premio.
A coronamento della giornata, squisita cena tipica torinese, con vini piemontesi di alta caratura.
Il giorno successivo, a “I Roveri”, Campo molto lungo con ampi trasferimenti dall’una all’altra buca, la lotta si è fatta più serrata. Deludente il mio risultato, ho preso la virgola.
E qui il podio è stato per Prisca Taruffi, Dario Bartolini, Stefano Cazzetta, Lanfranco Vaccari nella prima categoria, Emiliano Crespi, Giorgio Piccaia, Mauro Santon per la seconda. Il primo senior se l’è aggiudicato Roberto Zoldan, e il 1° amici Giovanni Meneghello. Cucchiaio di legno per Stefano Balducci e Francesco Cevasco. A dir poco favoloso il terzo tempo: ospiti del Circolo, abbiamo gustato eccellenti piatti tipici, con trionfo della scottona, giovane bovina macellata appena gravida, che fornisce carni tenere e succose, in tartar o in tagliata, accompagnata da funghi porcini fritti. Una delizia!
Le due tappe segnavano anche la conclusione del Challenge, una disfida che portava a lotta serrata chi si trovava ai vertici delle categorie, perché il gioco degli scarti sarebbe stato decisivo. C’ero anch’io tra i papabili, ma non mi è andata bene. Ecco i vincitori del Challenge AIGG Diavolina 2015, con i rispettivi punteggi raggiunti nella stagione:
In prima categoria: 1° MARCO BUCARELLI (Golf Television) con punti 200; 2° STEFANO BALDUCCI (Figc) 198; 3° MARCO DAL FIOR (Corriere della Sera) 197. In seconda Categoria: 1° GIORGIO PICCAIA (Arslife.com) punti 206; 2° MAURIZIO BUCARELLI (Golf Television) 193; 3° MASSIMO COLOGNOLA (Aci Sport) 185. Nel Lordo, come ampiamente previsto 1° DARIO BARTOLINI (Golf People) 175.
Ho avuto il piacere di alloggiare in un alberghetto a Balangero: il CORONA GROSSA, segnalatomi dal collega. Due graziose signore, mamma e figlia, mi hanno fatto assaporare l’eleganza dell’ospitalità torinese, condita da un sincero e frizzante sorriso. Un edificio ottocentesco solido, nato forse come stazione di posta, la cui severità è trasformata in gaiezza da chi lo conduce: arredo di buon gusto, fiori, colazione con le torte fresche fatte dalla figlia, tutto a prezzo più che ragionevole.
Il prossimo appuntamento AIGG è a Poggio dei Medici, dal 5 al 7 ottobre con i campionati italiani individuali, che anticipano quelli di coppia a Chervò. Al San Domenico poi, dall’otto all’11 novembre,
ci sarà l’European Master Golf Journalist, il Campionato europeo giornalisti 2015, i cui partecipanti italiani sono stati selezionati alla conclusione di questo Challenge. Mi dispiace che io non ne farò parte, ma i prescelti sono molto forti, forse la miglior squadra avviata finora al Campionato europeo, e me la sento che vinceranno.
Paolo Pilla


Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
09/09/2015 - Pillole di golf/96: Reply Italian International a Riccardo Leo
03/09/2015 - Pillole di golf/95: l'Open d'Italia a G.C. Milano
26/08/2015 - Pillole di golf/94: US PGA Championship
05/08/2015 - Pillole di golf/93: International Championship nel ricordo di Teo Soldati
22/07/2015 - Pillole di golf/92: Un tormentato British Open
15/07/2015 - Pillole di golf/91: Trofeo città di Martellago
08/07/2015 - Pillole di golf/90: l'Open di Francia a Wiesberger
24/06/2015 - Pillole di golf/89: US Open a Jordan Spieth
17/06/2015 - Pillole di golf/88: Par 108 a Ca' della Nave
20/05/2015 - Pillole di golf/87: Aigg Diavolina in Lombardia
28/04/2015 - Pillole di Golf/86: Giornalisti a Ca' della Nave e Venezia
22/04/2015 - Pillole di golf/85: Arboretum a Ca' della Nave
15/04/2015 - Pillole di golf/84: The Masters a Spieth
08/04/2015 - Pillole di golf/83: parte il Torneo Aigg by Diavolina
18/03/2015 - Pillole di golf/82: Ladies "Fuori limite" trophy