Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

La nostra rubrica dedicata al mondo golfistico curata da Paolo Pilla

PILLOLE DI GOLF/70: LEGGENDE METROPOLITANE

Credenze e dicerie che si fatica mettere a tacere...


TREVISO - Golf e leggende metropolitane. La complessità delle Regole del Golf, l’intreccio di casi particolari, l’intima convinzione che qualche giocatore ha, di avere un’eccellente conoscenza delle “Regole”, hanno talvolta fatto nascere delle credenze, dure a morire, che possiamo tranquillamente definire leggende metropolitane. Ne commento qualcuna che più spesso ho avuto modo di sentire nel frequentare i Campi da Golf.
Queste credenze scaturiscono talvolta dal desiderio di non sbagliare, che porta a decisioni di comportamento più restrittive di quanto sia la realtà e talaltra dall’adattare la Regola al proprio personale buonsenso. Queste alcune che abbiamo sottoposto al nostro esperto Paolo Pilla.

- Qualcuno sostiene che il Marcatore sia l'unico autorizzato ad applicare penalità al giocatore, è vero?
Qualcuno pensa che la figura del Marcatore sia di arbitro, che sia l’unico cui è demandato il compito di contestare infrazioni. Per definizione, "marcatore" è la persona cui tocca il ruolo di registrare il punteggio di un concorrente nelle gare a colpi. Può essere un compagno di gara, non è un arbitro. E’ inesatto riferirsi al Marcatore considerandolo come il soggetto che applica le penalità.
- Altra leggenda metropolitana: se una palla è trasportata da un agente estraneo, si gioca dov’è...
No! Se si è a conoscenza di dove la palla aveva terminato la sua corsa, andrà rimessa in quel punto. E’ diritto, ma anche dovere del giocatore, che alla sua palla sia riconosciuto il lie che si era conquistato prima che l’agente estraneo (pensiamo a un cane, ma anche a un burlone), se la raccogliesse. Se il punto esatto della raccolta non era noto, si deve stimare.
- La buccia di banana non è impedimento sciolto perché frutto non più integro caduto dall’albero
Impedimenti sciolti sono tutte le cose naturali che non siano vegetanti o solidamente infossate. La buccia di banana, come anche mezza mela o altro frutto mangiato, sono impedimenti sciolti, e sul percorso si possono sempre allontanare. Si potrebbe pensare che i due pezzi di un rametto secco spezzato non siano considerati Impedimento sciolto? L’intervento dell’uomo nel frutto smangiucchiato, non ne ha modificato il genere, non è come la trasformazione di un masso di pietra in un busto scolpito. Un altro dice:
- La banana è un’ostruzione in Italia anziché un impedimento sciolto perché il banano non cresce in Italia
E dagli con queste banane. Intanto non è vero che non cresca in Italia, anzi le banane che crescono nel nostro meridione sono certo un po’ più piccole, e, oltre ad esserci, sono anche buone. E poi non c’entra niente. Impedimenti sciolti, tra i vegetali, sono tutti, purché non vegetanti. La banana in questione, anche se fosse appesa all’albero, non sarebbe comunque un’ostruzione, sarebbe Campo, e se per terra, impedimento sciolto. Se asportassi il frutto dal banano o da altra pianta, per andar meglio a far il mio tiro, allora sarei colpevole di aver migliorato la linea di gioco, ma questa è tutta un’altra storia.
-Non si possono rimuovere i paletti dell’ostacolo d’acqua perché fanno parte dell’ostacolo stesso
I paletti gialli e i rossi indicanti gli ostacoli d’acqua, se sono facilmente rimovibili, sono ostruzioni movibili, e come tali possono essere rimossi. La loro presenza serve a far individuare l’ostacolo già da lontano. Una volta effettuato il colpo, si dovrà aver cura di riposizionarli sul medesimo posto.
Paolo Pilla

La giustizia sportiva è una buffonata. Francesco Cossiga

Galleria fotograficaGalleria fotografica

 

Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
12/11/2014 - Pillole di golf/69: i vantaggi
05/11/2014 - Pillole di golf/68: il gioco a squadre
29/10/2014 - Pillole di golf/67: le forme di gioco
22/10/2014 - Pillole di golf/66: palla ingiocabile
15/10/2014 - Pillole di golf/65: le ostruzioni
03/09/2014 - Pillole di golf/64: impedimenti sciolti
20/08/2014 - Pillole di golf/63: palla fuori limite
16/07/2014 - Pillole di golf/62: palla persa
02/07/2014 - Pillole di golf/61: palla in movimento
18/06/2014 - Pillole di golf/60: palla mossa
11/06/2014 - Pillole di golf/59: piazzare la palla
04/06/2014 - Pillole di golf/58: droppare
29/05/2014 - Pillole di golf/57: putting green
22/05/2014 - Pillole di golf/56: palla infossata
09/05/2014 - Pillole di golf/55: terreno in riparazione